progettareperlepersone - tecniche e strumenti dello user-centred design
Immagine  
"
lo user-centred design non persegue soluzioni totalizzanti e definitive, bensì un continuo miglioramento che si basa sui dati forniti dall’osservazione
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di stefano (del 22/02/2007 @ 11:46:20, in Analisi, linkato 2069 volte)
Ho letto la frase che dà il titolo a questo articolo alla mostra dell’architetto Fuksas. Scorreva su un grande schermo insieme ad altre e mi sono chiesto a quale etica facciamo riferimento nel nostro lavoro. Dal mio passato di progettista grafico mi è tornato alla memoria Albe Steiner, che sul suo libro Il Mestiere del Grafico scriveva così: “La mia opera va nel senso stesso della produzione, non verso la speculazione ma verso la fruizione, l’uso corrente di quello che è un nostro diritto nella civiltà industriale... Se il prodotto non corrisponde a certe regole o a certe intenzioni, il disegnatore deve rifiutarsi di collaborare... Il consumatore viene prima del prodotto, quindi la grafica deve essere al servizio del pubblico e spingere solo quei prodotti che sono utili anche al consumatore”. Con gli opportuni adattamenti al nostro contesto questa considerazione è tuttora assolutamente valida.

Veniamo al perché di questa introduzione. Negli ultimi tempi, visitando alcuni siti web esteticamente molto validi, mi sono imbattuto in una inspiegabile caratteristica: i link avevano lo stesso colore, o uno molto simile, del testo normale. Sappiamo bene che le persone non leggono le pagine web, ma le scorrono velocemente alla ricerca di “appigli” che le possano aiutare ad ottenere le informazioni che cercano. I link sono uno di questi e sono alla base di un corretto sistema di navigazione contestuale. E allora mi chiedo: quali ricerche hanno portato alla scelta di rompere una convenzione ormai acquisita? L’unica risposta che trovo è che esteticamente altri colori avrebbero disturbato l’insieme della pagina, sebbene avrebbero potuto aiutare i visitatori del sito web a raggiungere il loro obiettivo.

Non fraintendetemi. Non voglio certo affermare che chi ha progettato queste pagine manchi di etica. Non conosco queste persone e posso solo commentare il loro lavoro. E so bene, lavorando da 20 anni, quanti compromessi si devono fare con la committenza, spesso poco umile e sempre desiderosa di esprimere il proprio punto di vista su campi che non conosce. Ma il nostro lavoro non è quello di esecutori. È quello di essere progettisti consapevoli dell’importanza del nostro ruolo e delle responsabilità che esso comporta e di essere, anche, “agenti del cambiamento”, come ben descritto nell’articolo comparso su UX Matters dal titolo Connecting cultures, changing organizations: the User Experience practitioner as change agent.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di stefano (del 21/02/2007 @ 16:28:12, in Segnalazioni, linkato 1971 volte)
Vi segnaliamo un articolo sull'uso dei personaggi nella progettazione di manuali e help in linea apparso su UX Matters con il titolo Effective User Assistance Design: Ten Best Practices.

Link: http://www.uxmatters.com/MT/archives/000170.php
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di stefano (del 19/02/2007 @ 10:43:35, in Bibliografia, linkato 2195 volte)

Presentiamo una bibliografia essenziale commentata. Seguirà, per alcuni di questi libri, una recensione dettagliata.

Fondamentali
The Inmates Are Running the Asylum - Alan Cooper, 1999, Sams
trad. italiana Il disagio tecnologico - 1999, Apogeo
In questo libro Alan Cooper descrive per la prima volta i personaggi e il loro uso all’interno della metodologia da lui definita goal-directed design. Tradotto ma introvabile in quanto esaurito e mai più ristampato. Alla Apogeo facciamo un appello affinché lo renda di nuovo disponibile.

The Elements of User Experience - Jesse James Garrett, 2002, New Riders
Il testo fondamentale dello user-centred design. Mai tradotto in italiano. Non se ne capisce il motivo, trattandosi di un libro assai breve.

Ricerca
Observing the User Experience - Mike Kuniavsky, 2003, Morgan Kaufmann
Il Kuniavsky è un manuale fondamentale. Tutte le tecniche di ricerca e osservazione, specifiche per il web, sono descritte e analizzate in maniera chiara e diretta.

Understanding your User - Catherine Courage e Kathy Baxter, 2005, Morgan Kaufmann
Manuale specifico sulle tecniche di ricerca e osservazione, con casi di studio molto dettagliati sul loro uso.

Personaggi
The Persona Lifecycle - Tamara Adlin e John Pruitt, 2005, Morgan Kaufmann
Un testo fondamentale per chiunque voglia conoscere a fondo la tecnica dei personaggi. Un libro corposo (oltre 700 pagine), con innumerevoli casi di studio e interventi esterni.

The User is Always Right - Steve Mulder e Ziv Yaar, 2006, New Riders
L’uso dei personaggi nella progettazione dei siti web. Un libro agile e di facile lettura che guida attraverso tutto il processo di creazione e di uso dei personaggi durante le singole fasi del progetto.

Specifici
E-commerce Usability - David Travis, 2003, Taylor & Francis
Nonostante il titolo, il libro analizza sia l’usabilità che la metodologia user-centred. Il suo pregio maggiore è nella semplicità e nella chiarezza con cui descrive tutte le fasi di sviluppo.

Call to Actions - Bryan e Jeffrey Eisenberg, 2005, WA Press
Come guidare i visitatori di un sito web verso gli obiettivi che sono prioritari per l’azienda. Tecniche e consigli che riguardano tutti gli elementi che influiscono sul processo decisionale (testi, immagini, struttura delle pagine, etc).

Defensive Design for the Web - 37 Signals, 2004, Pearson Education and New Riders
trad. italiana Defensive Design per il Web - 2004, Tecniche Nuove
L’importanza di rendere chiari i messaggi di errore. Mostra esempi buoni e cattivi con linee guida su come progettare i messaggi di errore. è inserito in questa bibliografia anche perché mette l’accento sul fatto che i visitatori di un sito web sono persone e non utenti.

Documentazione
Communicating Design - Daniel M. Brown, 2006, New Riders
Un manuale molto dettagliato che guida alla preparazione della documentazione nei progetti web. Un libro unico nel suo genere.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di stefano (del 14/02/2007 @ 10:05:51, in Segnalazioni, linkato 1586 volte)
Vi segnaliamo un'intervista a Steve Mulder, autore del libro The user is always right (una guida allo sviluppo dei personaggi per il web), rilasciata a Boxes and Arrows.

Link: http://www.boxesandarrows.com/view/long-live-the-user
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di stefano (del 13/02/2007 @ 12:11:21, in Presentazione, linkato 1797 volte)
L’idea di un spazio dedicato allo user-centred design - ed in particolare ai personaggi (user personas) - al fine di condividere informazioni ed esperienze, è nata a Londra durante un corso della User Experience Week 2006. Il corso aveva come argomento, naturalmente, l’uso dei personaggi nella progettazione di software e siti web.

Così è nato questo blog, che intende mettere in evidenza come sia importante tenere conto delle persone che utilizzeranno il software o il sito web, durante tutto l’iter progettuale e produttivo. Oltre a chi ha contribuito alla sua nascita (chi scrive con Cristina Carpani e Michele Velastri), il blog è aperto agli interventi di tutti coloro che sono interessati a promuovere questa metodologia progettuale.

Il blog pubblicherà segnalazioni, analisi e casi di studio. A breve partirà anche una serie di articoli introduttivi allo user-centred design.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1

< ottobre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         


Titolo
Analisi (12)
Approfondimenti (5)
Bibliografia (1)
Corso UCD (8)
Eventi (3)
Idee (2)
Interviste (1)
Presentazione (1)
Recensioni (3)
Risorse (14)
Segnalazioni (52)

Catalogati per mese:
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017

Ultimi commenti:
Anche io ho sempre c...
11/05/2011 @ 11:55:59
Di Stefano Dominici
Mi trovo in sintonia...
10/05/2011 @ 15:04:56
Di Andrea Picchi
Io uso sempre InPriv...
09/05/2011 @ 17:30:40
Di Stefano Dominici


Titolo


23/10/2017 @ 06:27:33
script eseguito in 62 ms